Immagine di libri volanti
Professionisti al Vostro servizio
Libreria Editrice
Campedel
Campedel
SALVINI PAOLO
La porta. Riflessioni sull'alpinismo
SALVINI PAOLO, La porta. Riflessioni sull
Autore:
SALVINI PAOLO
Titolo:
La porta. Riflessioni sull'alpinismo
Descrizione:
Editore:
DBS Edizioni
Data di edizione:
novembre 2019
Pagine:
219
Dimensioni cm.:
12x20
ISBN13:
9788833680460
Codice:
321216
Collana:
Sempervivum 1
Prezzo:
Disponibilità:
* Offerta valida 30 giorni (fino ad esaurimento scorte)
14.00. Nostra offerta con sconto 5%: € 13.30 *
disponibile
Dati aggiornati a novembre 2019
3 - 4228 199
Lingua
Italiano
Allegati:
Ordina
?
Modalità, tempi e costi di consegna
Prenota e ritira

SALVINI PAOLO, La porta. Riflessioni sull'alpinismo, DBS Edizioni in campedel.it
Descrizione
Prefazione

Presentare un libro, soprattutto quando questo è il lavoro di un amico, non è facile perché non puoi rimanere distaccato, ma proprio ciò rende una prefazione ancora più vera in quanto conosci i sentimenti più profondi dell’autore.
Parto quindi da Paolo, un amico che ha cercato nella sua vita di essere coerente con i suoi ideali e ha sempre messo l’anima nelle sue molteplici attività. Se volessi definirlo lo chiamerei lo “zingaro vulcanico”. La sua vita, infatti, passa da Trieste, Sappada, Aosta, Domegge di Cadore, Kötschach-Mauthen per arrivare sino a Belluno e in tutte queste realtà è sempre stato in prima linea e ha sempre combattuto anche quando lo aspettava una sconfitta.
Il suo grande amore e passione per la montagna, che si evince in maniera epidermica dai suoi scritti, è la linea guida della sua vita post universitaria e il libro racconta propria cosa significhi passione e quanto questa necessiti di scelte e sacrifici. Elementi questi che possono risultare estremamente differenziati da un alpinista all’altro proprio in funzione a come decidi d’interpretare l’alpinismo che mai come oggi si presenta diversificato nelle sue numerose anime, grazie anche ai grandi cambiamenti che la società sta vivendo. Leggendo il libro si è immersi proprio nella crisi che l’autore vive di fronte agli inconfutabili condizionamenti che l’alpinismo subisce nel violento impatto con una società tecnologica finanziaria, mutamenti che l’autore descrive in maniera lucida e attenta, non solo per individuarne i rischi che essi comportano nell’interpretazione dell’alpinismo, ma anche del vivere quotidiano.
È indiscutibile e la si tocca con mano, la sofferenza che l’autore prova di fronte a questo cambiamento epocale della società e quindi della montagna, ma Paolo tenta anche di darci una via d’uscita: quella “porta”, ricca della sua esperienza di vita e di fede, che ci invita a fermarci a riflettere non solo sul valore della montagna, ma anche su quello della vita.
L’autore sviluppa il testo con una creativa trama di pensieri e riflessioni, che sono tipiche di alcuni suoi scritti, con l’intento proprio di far assaporare al lettore che la vita è un intreccio di strade e scelte nelle quali comunque la coerenza dovrebbe costituire la linea guida. Nel concludere ritengo originale, e anche controcorrente, la sua testimonianza come credente che appare comunque delicata, non invadente e che fornisce al lettore numerosi spunti da interiorizzare anche per chi non s’identifica con le certezze dell’autore.
Giampiero De Vido


Scheda creata Giovedi' 21 novembre 2019
La collana Sempervivum

© Libreria Campedèl - Piazza dei Martiri,27/d - 32100 Belluno
telefono +39.0437.943153 fax +39.0437.956904 e-mail info@campedel.it