Immagine di libri volanti
Professionisti al Vostro servizio
Libreria Editrice
Campedel
Campedel
MALVALDI MARCO
A bocce ferme
MALVALDI MARCO, A bocce ferme
Autore:
MALVALDI MARCO
Titolo:
A bocce ferme
Descrizione:
Editore:
Sellerio
Data di edizione:
luglio 2018
Pagine:
228
Dimensioni cm.:
12x17
ISBN13:
9788838937750
Codice:
306486
Collana:
La memoria 1105
Prezzo:
Disponibilità:
* Offerta valida 30 giorni (fino ad esaurimento scorte)
14.00. Nostra offerta con sconto 15%: € 11.90 *
disponibile
Dati aggiornati a luglio 2018
2 - 26 1460
Lingua
Italiano
Allegati:
Ordina
?
Modalità, tempi e costi di consegna
Prenota e ritira

MALVALDI MARCO, A bocce ferme, Sellerio in campedel.it
Descrizione
Ritornano Massimo e i vecchietti del BarLume in una storia che questa volta ruota attorno a un testamento. Il piccolo industriale Alberto Corradi alle sue ultime volontà ha aggiunto la confessione di avere ucciso il padre Camillo, da cui aveva ereditato la fabbrica di conserve e tutti i suoi averi. Si tratta di un delitto avvenuto quarant’anni prima, rimasto senza colpevole. La notizia di reato racchiusa nel testamento obbliga il notaio a informare la polizia, nella persona del vicequestore Alice Martelli, e il magistrato a bloccare la successione. Alberto Corradi infatti, in quanto assassino, potrebbe essere escluso dall’eredità del padre, cosa che priverebbe di tutti i beni l’unico suo erede, il figlio Matteo, giovane rampante pronto a candidarsi alle elezioni sotto le bandiere azzurre.

I vecchietti del BarLume se lo ricordano bene quel delitto della fine degli anni Settanta: Camillo era un vero padrone, autoritario e dispotico; qualcuno arrivò a dire addirittura che se l’era cercata. Per l’omicidio era stato incriminato il sindacalista Carmine Bonci, ma le prove non si trovarono e Bonci venne prosciolto.

Pilade e i suoi amici tutto avrebbero potuto aspettarsi ma non che il colpevole potesse essere Alberto Corradi, all’epoca poco più che ventenne. E allora sospettosi per natura e intriganti per vocazione, vogliono vederci più chiaro, ansiosi di riaprire quel vecchio caso di cui a Pineta, loro più di tutti, conservano memoria. A un incuriosito Massimo e a una professionale Alice raccontano dei giorni del delitto, dei malumori degli operai, dei dubbi e delle paure, di tutti i personaggi che ruotavano attorno all’azienda di Camillo Corradi.

Malvaldi è come sempre straordinario a condurre il gioco, che questa volta trasporta i vecchietti in un’epoca in cui tanto anziani non erano e in cui il BarLume non era ancora aperto.

Lunedì 8 e lunedì 15 gennaio andranno in onda su Sky Cinema Uno le nuove storie de «I delitti del BarLume». Per la quinta stagione Sky trasmetterà due episodi inediti per la tv, «Un due tre stella» e «La battaglia navale». In queste nuove puntate della serie faranno il loro ingresso nel cast due nuovi attori: Corrado Guzzanti e Stefano Fresi.

Settimo romanzo della serie del BarLume dopo La briscola in cinque, Il gioco delle tre carte (finalista al Premio Bancarella e al Premio Chianti 2009), Il re dei giochi, La carta più alta, Il telefono senza fili, La battaglia navale, oltre ai racconti riuniti in Sei casi al BarLume, da cui è tratta la serie tv con Filippo Timi. Malvaldi ha inoltre pubblicato Odore di chiuso, Milioni di milioni, Argento vivo, Buchi nella sabbia, Negli occhi di chi guarda.
Scheda creata Mercoledi' 4 luglio 2018
La collana La memoria

© Libreria Campedèl - Piazza dei Martiri,27/d - 32100 Belluno
telefono +39.0437.943153 fax +39.0437.956904 e-mail info@campedel.it